News

TROPICAL GIPSY NIGHT Presents: K. D. S. STABFINGER e FUNNY OX

21 dicembre

Tropical Gipsy Records è una nuova realtà che punta a far radicare in Europa sonorità provenienti dal panorama intercontinentale, unendo la musica Folk con l'elettronica. Dal sabor della Cumbia colombiana alle sonorità gitane dei Balcani, passando per i ritmi incalzanti africani della Zouk e del Kuduro... il tutto condito con la migliore musica Elettronica. L'intento dei fondatori è di fomentare l'ambiente del Djing e di sostenere la nuova rivoluzione vinilica producendo dischi ''Dancefloor Killer'' per piste da ballo CALIENTES!!! Il successo di questi ritmi, al giorno d'oggi è innegabile, basti ascoltare la Top 10 di un qualsiasi mezzo di diffusione si potrà vedere come, anche nella musica più commerciale, sonorità tropicali moderne come il Moombahton, il Reggaeton o più folcloriche come la Cumbia, la Salsa o la Balkan ormai sono mescolate liberamente ai generi più classici del Pop mondiale. Il progetto prende forma dall'idea di due djs di Roma, promotori della musica Electro Global in Italia. Il primo, DjOrz aka Doktorpanik, pioniere della scena Tekno Underground Europea, già nel 1998 prese parte alla fondazione del Sound System KernelpaniK, ancora oggi il più longevo d'Europa, che vanta all'attivo 15 anni di produzione discografica e di organizzazione di Free Parties dall'Europa fino al Sud America. Il secondo, El Pinche Perro, muove i suoi primi passi nei peggiori Bars e Squats della movida romana, diffondendo selezioni viniliche di rarità tropicali fino ad avvicinarsi a sonorità più elettroniche come la Nu Cumbia, il Kuduro, la Champeta o il Baile Funk delle Favelas brasiliane. Viaggiando in America Latina si fonde a quella cultura musicale tropicale, entrando in contatto con i protagonisti di questa nuova scena elettronica. Dal loro incontro e dalla passione per i vinili prende vita la T.G.R. che si propone di creare un ponte tra queste nuove sonorità Electro Folk globali e la Tekno Underground Europea.

• SOTTOSCRIZIONE 5€

Massimo Zamboni (CCCP-CSI)-Onda improvvisa di calore + Roseluxx

Il 18 gennaio la prima data romana del nuovo tour di Massimo Zamboni sarà a SPIN TIME LABS!

➡ Open act: Roseluxx + anteprima del video di "Netflix"
_____________________________________

Dopo un percorso ventennale in due delle maggiori band nella storia della musica italiana, CCCP e CSI, e un'altrettanto lunga carriera solista che lo vede affermarsi come autore, compositore, musicista e scrittore, il viaggio di Massimo Zamboni prosegue con un nuovo
tour di concerti.
“Onda improvvisa di calore” è il titolo scelto. Racconta l'artista emiliano: “Sento in questi ultimi anni un grande affetto per le nostre passate vicende musicali, e un grande rispetto e attenzione per le successive strade che ognuno di noi ha intrapreso.
Una vera onda di calore, capace di scuotermi e rimettermi su un palcoscenico puramente musicale, dopo aver dedicato gli ultimi anni alla scrittura e alla pratica dei reading musicali”.
_____________________________________

Bio - Massimo Zamboni

Nasce nel 1957 a Reggio Emilia. Agli inizi degli anni '80, dopo un periodo nella Berlino del Muro e delle case occupate, tornato a Reggio fonda assieme a Giovanni Lindo Ferretti il gruppo CCCP-Fedeli alla Linea. L'Europa dei blocchi est-ovest, le case occupate, la decadenza dell'impero sovietico, il realismo inquieto del vivere in una provincia divisa tra un cuore filosovietico e una pratica filoamericana, fascinazioni popolari e musica melodica, condizione giovanile e tradizione: tutto questo si mescola nelle canzoni di
CCCP, nel loro “punk filosovietico”.

L'esperienza CCCP termina nel 1989, alla caduta del Muro di Berlino. Il decennio successivo vede la nascita di un nuovo gruppo: CSI, Consorzio Suonatori Indipendenti. La popolarità del gruppo è immediata, tanto da portarli ai vertici della classifica discografica, pure con canzoni impegnative, salmodianti, con tematiche incentrate sulla vicina guerra nei Balcani, la memoria e la Linea Gotica, la fine del mondo occidentale, e incursioni in mondi lontanissimi e vicini, Mostar, la Mongolia, il Finisterre francese. Attorno al gruppo si coagula un vero e proprio movimento musicale, Consorzio Produttori indipendenti, con decine di album prodotti, che portano alla ribalta nazionale numerosi gruppi.

Terminata l'esperienza CSI, dal 2000 comincia un lungo periodo di sperimentazione e ricerca, che porta Zamboni a comporre album come solista, incentrandoli su tematiche che analizzano la condizione umana nei suoi aspetti più intimi e drammatici, e assieme collettivi. Realizza diverse colonne sonore per il cinema, lungometraggi, documentari e corti sperimentali. Pubblica sei libri.
_____________________________________

Bio - Roseluxx

Quello in cui credono i ROSELUXX è ancora la possibilità di comporre canzoni passando attraverso le esperienze fondamentali della musica del secolo scorso.
Le ricerche appartenenti al rock e alla musica contemporanea, la sperimentazione elettroacustica, l’improvvisazione e le istanze elettroniche, confluiscono dentro la forma canzone di tradizione autoriale cantata in italiano i cui testi possiedono evocazioni letterarie. Le sonorità del rock tradizionale si fondono con quelle digitali, i momenti si alternano tra composizioni armonicamente rigorose e destrutturazioni ricercate.
_____________________________________

Maggiori informazioni:
>> Il tour: https://bit.ly/2FXPB6h
>> Massimo Zamboni: https://bit.ly/2PlEzXN
>> I Roseluxx: https://bit.ly/2rnA2L8

Ascolta:
>> CCCP: https://www.youtube.com/watch?v=AYysZFET6-k
>> CSI: https://www.youtube.com/watch?v=DByTGoz5NoQ
>> Massimo Zamboni: https://spoti.fi/2RAQrHg
>> Roseluxx: https://spoti.fi/2QbTJ7x